Carattere dello Xoloitzcuintle

Lo Xoloitzcuintle è un cane tranquillo e allegro, molto attento e intelligente, a volte diffidente con gli estranei, soprattutto nella taglia standard è un ottimo cane da guardia ma mai aggressivo. Lo Xolo ha un legame molto profondo con il padrone e non esiterebbe a difenderlo in situazioni di pericolo, con i familiari è molto dolce ed educato, ma a volte non posso negare che non sia testardo e caparbio. Convive amichevolmente con altri cani della stessa razza e non solo, ma naturalmente possono nascere delle piccole dispute innocenti su chi è il soggetto predominante, è adatto per tutta la famiglia, alla quale è molto legato, ama giocare tra i suoi simili e con i suoi padroni senza mai essere iperattivo. Generalmente le femmine di Xoloitzcuintle sono ottime mamme che accudiscono i cuccioli fin oltre lo svezzamento, giocano ed interagiscono con loro e li sorvegliano sempre per poi sgridarli quando necessario; sono molto protettive nei confronti dei cuccioli e come quasi tutte le mamme non vedono di buon occhio un estraneo che si avvicina alla prole. Lo Xoloitzcuintle è un cane molto atletico che ama correre, senza però risultare iperattivo, ama fare lunghe passeggiate con il proprietario e si presta a vari sport quali Agility e Jumping.

Caratteristiche dello Xoloitzcuintle

Lo Xoloitzcuintle esiste sia nella tipologia “hairless” (senza pelo) sia nella tipologia “coated” (con il pelo), il gene responsabile dell’assenza di pelo è dominante ma tuttavia alcuni cuccioli nascono con il pelo. L’accoppiamento tra due cani senza pelo stimola la comparsa di un gene letale che colpisce il 25% dei cuccioli omozigoti, il risultato sarà solamente una cucciolata meno numerosa. Considerando la rarità della razza è permesso l’accoppiamento tra Xolo con pelo e Xolo senza pelo, ma è da sottolineare che i soggetti con il pelo, utilizzati per scopo riproduttivo, devono avere entrambi i genitori iscritti al libro delle origini con almeno una generazione che sia il risultato dell’accoppiamento tra Xolo senza pelo con Xolo senza pelo. Invece l'accoppiamento di due Xolo con il pelo non è permesso.

Esistono 3 taglie: varietà standard (da 46 cm a 60 cm al garrese con la tolleranza di + 2 cm in cani di qualità superiore), varietà media (da 36 cm a 45 cm al garrese), varietà miniatura (da 25 cm a 35 cm al garrese)

Dal punto di vista morfologico lo Xoloitzcuintle è un cane dalle proporzioni armoniose, il torace è ampio con costole ben cerchiate, gli arti e la coda lunghi ed un’ottima muscolatura. Con rapporti 10:9 misurando il corpo dalla punta della spalla ala punta della natica e dal garrese a terra, lo Xoloitzcuintle è un cane leggermente più lungo che alto. Il cranio di tipo lupoide e a forma di cuneo, le linee superiori cranio - facciali sono quasi parallele, il cranio e il muso hanno quasi la stessa lunghezza. Geneticamente l'assenza di pelo è strettamente legata all'assenza di denti, per cui è ammessa l'assenza di qualche incisivo, canino, molare e premolare; la chiusura è preferibilmente a forbice, è ammessa la chiusura a tenaglia con le estremità degli incisivi che si toccano, nella varietà con il pelo la dentatura deve essere completa. Gli occhi sono a forma di mandorla, di media misura e il colore deve essere il più scuro possibile. Gli orecchi sono lunghi ed eleganti e ricordano quelli di un pipistrello, eretti in attenzione formano col loro asse un angolo sull'orizzontale da 50 a 80 gradi; nella varietà con pelo possono avere orecchi eretti o cadenti. Il collo è snello, muscoloso e molto elegante ma senza giogaia, il corpo è ben costruito con una dorsale solida e una groppa inclinata di circa 40° con un torace ben disceso. Gli arti sono lunghi, con una giusta angolazione che permette un movimento fluido ed elegante; con un piede da lepre e dita arcuate e serrate. La coda sottile deve arrivare fino al garretto, a riposo pende e può terminare con un leggero uncino, in movimento è levata a formare una curva ma senza mai toccare il dorso. La pelle è molto liscia e gradevole al tatto, i colori variano dal nero alle varie sfumature del grigio, rosso, fegato, bronzo e biondo ma possono esserci pezzature di qualsiasi colore, generalmente sono preferiti monocolori scuri. La varietà senza pelo presenta qualche pelo irsuto, corto e spesso di qualsiasi colore, che è ammesso solo sulla fronte e sulla nuca, sui piedi e sulla punta della coda. La varietà con il pelo può essere di qualsiasi colore o combinazione di colori e di qualsiasi lunghezza e tessitura.

Cure e manutenzione dello Xoloitzcuintle

Lo Xoloitzcuintle è un cane che adora stare all’aperto, soprattutto nelle giornate soleggiate dove passa ore a prendere il sole, infatti si abbronza proprio come la nostra pelle e come noi ha bisogno di una protezione solare per evitare il rischio di ustioni e bruciature. Per quanto riguarda la cura dello Xolo, soprattutto la taglia standard, ha bisogno di fare abbastanza movimento come ad esempio una lunga passeggiata o una bella corsa in giardino. È consigliato il lavaggio con prodotti a PH neutro per non arrecare fastidi alla pelle, accompagnati da un massaggio con una spugna abrasiva per rimuovere la pelle morta e infine idratare il corpo con una crema protettiva, invece nei mesi primaverili ed estivi si consiglia di utilizzare una crema idratante e protettiva contro i raggi solari. Lo Xoloitzcuintle nella varietà senza pelo potrebbe dare l’impressione di un cane delicato, invece è molto robusto, la sua pelle, proprio come la nostra è soggetta a ferite e cicatrici che con il tempo, se superficiali, svaniscono. Non avendo il pelo a protezione solitamente soffre il freddo, basta un cappotto idrorepellente per le passeggiate.

Cenni storici dello Xoloitzcuintle

Lo Xoloitzcuintle o Xoloitzcuintli, in breve Xolo, è una razza molto antica, le prime tracce risalgono a 3,500 anni fa in nord e centro America. Statue di ceramica raffiguranti Xolo sono state rinvenute nelle tombe di Colima in Messico. Esiste un simpatico trucco per imparare la corretta pronuncia della razza, ovvero       “show – low – eats – queen – tlee”. Lo Xoloitzcuintle era il cane prediletto della civiltà Azteca, infatti Xolotl era il dio dei lampi e colui che aiutava i morti nel loro viaggio verso Mictlan, il mondo sotterraneo, Xolotl veniva spesso raffigurato come uno scheletro o come un uomo con la testa di cane, giustappunto il loro prediletto Xolo. In lingua Nahuatl “itzcuintli” era il termine per indicare il cane. Lo Xoloitzcuintli per gli Aztechi era il paggio dei morti, fedele compagno di vita del padrone che veniva sacrificato alla morte di quest’ultimo per accompagnarlo nel viaggio verso il mondo sotterraneo. Sfortunata era la sorte di questi Xolo che venivano sacrificati in rituali pagani per scacciare il maligno, la loro carne veniva servita come una leccornia scaccia entità sinistre anche ai matrimoni e funerali. Venivano persino seppelliti vivi nella tomba del padrone, visto il grande abbondare di sacrifici la razza fu quasi sull'orlo dell'estinzione. Gli Xolo erano fieri compagni di vita, utilizzati dagli Aztechi come cani da guardia ma anche come catalizzatori per le malattie; infatti la leggenda vuole che dopo 4 giorni che il malato dormiva con lo Xolo la malattia e i dolori venivano trasferiti al cane, in realtà lo Xolo ha una temperatura corporea molto elevata rispetto agli a noi esseri umani e grazie a questo particolare dava sollievo contro i reumatismi, dolore cervicale, coliche e artriti. Esploratori e uomini di scienza come Cristoforo Colombo, James Cook e Charles Darwin hanno descritto nel dettaglio gli Xoloitzcuintle e grazie ai loro resoconti si è scoperto che la razza è mutata pochissimo nell'arco dei secoli; infatti prima della scoperta del nuovo mondo non erano mai stati avvistati cani nudi. Nel 1940 fu fondata la F.C.M. (federacion canofila Mexicana) e proprio lo Xolo prese parte al loro logo; poco dopo nelle esposizioni della F.C.M. apparvero i primi Xoloitzcuintle, ma la razza non era riconosciuta ufficialmente. Grazie al supporto dell'F.C.M. nel 1954 fu organizzato un progetto di conservazione della razza, ci fu una spedizione nelle giungle nello stato di Guerrero, alla ricerca di vari branchi di Xolo e vennero presi 10 esemplari di buona qualità, 6 femmine e 4 maschi. Grazie a questo piccolo gruppo di cani lo Xolo ritornò a vivere in Messico e non solo. Tra i partecipanti alla spedizione spiccano la contessa Lascalles de Premio Real che fu una dei primi allevatori di Xolo, con affisso "Premio Real"; il colonnello Norman Pelham che successivamente scrisse il libro "The enigma of the Xolo"; e la signora Hilary Harmer che importò in Inghilterra nel 1957 due dei cani presi nella spedizione, i quali vennero esposti per sei mesi allo zoo di Londra in Regent Park e successivamente, nel 1960 esposti negli show inglesi. Il primo standard di razza messicano fu scritto nel 1956 e comprendeva solo la taglia standard; nel 1960 già 40 Xolo erano stati registrati ufficialmente in Messico. Nel 1994 fu incluso nello standard la taglia miniatura, nel 1999 lo standard fu ulteriormente modificato aggiungendo la taglia intermedia. Uno Xoloitzcuintle fu il soggetto dei francobolli messicani nel 1999 proprio per ricordare l'esposizione canina mondiale che ebbe luogo nel paese, dove parteciparono molti Xolo, infatti furono iscritti 31 soggetti di taglia miniatura, 12 di taglia intermedia e 45 di taglia standard. La razza venne riconosciuta dall'F.C.I. il 11/06/1961, l’A.K.C. registrò i primi Xolo già nel 1887, ma con la quasi scomparsa della razza il registro venne chiuso nel 1959, il ritorno ufficiale nei ring dell’A.K.C. avvenne nel 2011 nel non – sporting group. In Canada il C.K.C. approvò il primo titolo di campione canadese nel 1989. Gli Xolo sono entrati anche nel cuore di famosi pittori Messicani tra cui Frida Kahlo e Diego Rivera che hanno dedicato varie tele a questa razza meravigliosa e sono stati essi stessi proprietari di alcuni Xoloitzcuintle.

 

STANDARD DI RAZZA 


FCI Standard N° 234 / 16.02.2011

 XOLOITZCUINTLE (Varietà senza pelo e Varietà con pelo) ORIGINE: Messico

 DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.10.2010

 UTILIZZAZIONE Standard Cane da guardia Medio Cane da guardia Miniatura Cane da compagnia CLASSIFICAZIONE F.C.I.: Gruppo 5 Cani di tipo Spitz e di tipo primitivo Sezione 6 Cani di tipo primitivo Sezione 6 Tipo primitivo Senza prova di lavoro Senza prova di lavoro 

PREAMBOLO: Il gene responsabile dell’assenza del pelo è dominante. Tuttavia alcuni cuccioli nascono con il pelo. L’incrocio tra due cani senza pelo produrrà un minor numero di cuccioli con il pelo, pertanto si preferisce questo metodo. È stato comprovato che questo modo di procedere mantiene e migliora la qualità della razza. Incrociando due cani senza pelo fra di loro, si stimola la comparsa di un gene letale che colpisce il 25% dei cuccioli omozigoti, e pertanto bisogna fare molta attenzione. Considerando la rarità della razza, e la difficoltà di alcuni allevatori che devono percorrere lunghe distanze per procurarsi soggetti adatti all'allevamento, e con lo scopo di provvedere a una diversità genetica, è permesso usare dei Xoloitzcuintle con pelo, ben costruiti, solo per l’allevamento, ma mai per le esposizioni di bellezza. L’accoppiamento fra due Xoloitzcuintle con pelo non è permesso. I Xoloitzcuintle con pelo, usati a scopo riproduttivo, devono avere genitori iscritti al libro delle origini, con almeno una generazione di Xoloitzcuintle che sia il risultato dell’accoppiamento della varietà senza pelo con varietà senza pelo. Nel Messico Preispanico, la carne del Xoloitzcuintle or Xoloitzcuintli nella lingua Nahuatl era considerata una delicatezza. Gli indigeni messicani ne mangiavano durante cerimonie speciali come un rituale della loro religione; così la razza perse un gran numero di esemplari, rischiando l’estinzione. La Federazione Cinofila Messicana “Canofila Mexicana” ha riscattato questa razza autoctona e utilizza un Xoloitzcuintle nel suo logo dal 1940. BREVE CENNO STORICO L’origine di questi cani è antichissima. Gli indigeni, in cerimonie speciali, si nutrivano delle loro carni, che erano molto ricercate. Gli Xoloitzcuintli nella lingua Nahuatl, o Xoloitzcuintle in spagnolo, erano considerati una testimonianza vivente del dio “Xolotl” da cui, evidentemente, deriva il nome della razza. La sua missione era di guidare le anime dei defunti fino alla loro dimora eterna. La varietà senza pelo di questa razza è anche conosciuta con il nome Cane nudo del Messico. La varietà col pelo era conosciuta dagli indigeni con il nome “itzcuintle.”  ASPETTO GENERALE Varietà senza pelo : è un cane molto attraente; la sua più importante caratteristica è la completa, o quasi, mancanza di pelo, con una pelle liscia e morbida. Il suo corpo ha proporzioni armoniose, il torace è ampio, costole ben cerchiate, gli arti e la coda lunghi. Varietà con pelo: è un cane molto attraente, completamente ricoperto di pelo, con le stesse proporzioni armoniose della varietà senza pelo. Il pelo può essere di qualsiasi colore, lunghezza e tessitura. Il suo corpo è ben proporzionato con torace ampio, costole ben cerchiate, arti e coda lunga. PROPORZIONI IMPORTANTI Il corpo, misurato dalla punta della spalla alla punta della natica, e dal più alto punto del garrese fino a terra, è leggermente più lungo che alto : approssimativamente 10 : 9 Le femmine possono essere un po’ più lunghe dei maschi, data la loro funzione riproduttiva. Il cranio e il muso hanno all’incirca la stessa lunghezza. COMPORTAMENTO – CARATTERE Lo Xoloitzcuintle è un cane silenzioso, tranquillo, allegro, attento e intelligente, diffidente con gli estranei. È un buon cane da guardia, ed eccellente cane da compagnia. Mai aggressivo. TESTA REGIONE DEL CRANIO Cranio è di tipo lupoide; ampio e forte, a forma di cuneo. Visto da sopra è ampio ed elegante; si restringe gradatamente verso il muso. La protuberanza occipitale è poco marcata. Le linee superiori cranio facciali sono quasi parallele. Stop leggero ma chiaramente definito. REGIONE DEL MUSO Tartufo deve essere molto scuro nei soggetti scuri; può essere marrone o rosa in quelli color bronzo, rosa o marrone in quelli biondi, e macchiata nei cani pezzati. Muso visto di lato, il muso è diritto, e la mascella superiore e inferiore sono molto forti Labbra tese e strettamente aderenti Mascelle Denti Xoloitzcuintle senza pelo: mascelle forti. Gli incisivi devono chiudersi perfettamente a forbice, con gli incisivi superiori che si sovrappongono agli inferiori; la faccia interna degli incisivi superiori deve toccare la faccia esterna degli incisivi inferiori, dando forma quadrata alla mascella. Una chiusura a tenaglia, con le estremità che si toccano è pure permessa. 3 L’assenza di qualche incisivo, canino, premolare e molare non dovrebbe essere penalizzata, così come denti ruotati, dato che molti cani non hanno radici profonde. Geneticamente, l’assenza di pelo è strettamente legata all’assenza di denti. Xoloitzcuintle con pelo: è richiesta una dentatura completa con chiusura a forbice o a tenaglia. La lingua è generalmente rosa, però può avere macchie nere, di forma rotonda o formanti strisce, il che è una particolare caratteristica della razza. La lingua è sempre tenuta all’interno della bocca. Guance sviluppate leggermente Occhi di media misura, a forma di mandorla, con espressione sveglia e molto intelligente. Il colore degli occhi varia, armonizzandosi con quello della pelle, nei toni del nero, marrone, castano e ambra o giallo. È preferito il colore più scuro possibile, e ambedue gli occhi dello stesso colore. Le palpebre sono ben pigmentate di nero, marrone o grigio nei cani scuri. Le palpebre chiare o rosa nei cani chiari sono permesse, senza però siano desiderate Orecchi Varietà senza pelo gli orecchi sono lunghi, larghi ed espressivi, molto eleganti e di fine tessitura; ricordano gli orecchi del pipistrello. In attenzione, dovrebbero essere eretti, formando col loro asse un angolo da 50 a 80 gradi sull’orizzontale. Varietà con pelo gli orecchi sono lunghi, larghi ed eleganti. Possono essere eretti o cadenti. Qualsiasi posizione è accettabile. In attenzione, gli orecchi devono essere portati nella stessa posizione. COLLO Portato alto. Profilo superiore leggermente arcuato. Proporzionatamente lungo. Snello, flessuoso, molto muscoloso e molto elegante. La pelle del collo è ferma, elastica, ben aderente, senza giogaia. I cuccioli presentano pieghe che spariscono con l’età. CORPO fortemente costruito Dorso la linea superiore del dorso appare perfettamente diritta e orizzontale Rene forte e muscoloso Groppa: dal profilo leggermente arcuato con una inclinazione di circa 40° sull’orizzontale. Torace visto di lato, lungo e disceso fino ad arrivare al gomito. Le costole sono cerchiate leggermente, ma mai piatte. Visto dal davanti il petto è adeguatamente ampio. La punta dello sterno non sporge. Linea inferiore/Ventre la linea inferiore è elegante. Ventre muscoloso, e moderatamente retratto CODA lunga, sottile e può avere qualche pelo irsuto; si assottiglia dalla radice alla punta nella varietà senza pelo; è completamente ricoperta di pelo nella varietà con pelo. In movimento è levata a curva, senza mai toccare il dorso. A riposo pende e termina con un leggero uncino. Talvolta la coda è piazzata fra le gambe per il freddo, oppure questo può essere considerato segno di timidezza. La coda deve arrivare fino al garretto.  Deve presentarsi come un prolungamento della groppa quando il cane è a riposo. ARTI ARTI ANTERIORI Spalle piatte e muscolose, con buona angolazione scapolo-omerale, che permette un passo lungo, sciolto ed elegante Gomiti: forti. Sono strettamente aderenti al torace, mai rivolti in fuori Avambraccio: visti dal davanti, gli arti anteriori sono diritti, verticali, perpendicolari al terreno. Piedi anteriori:sono di media lunghezza (piede di lepre), con dita, arcuate e fermamente serrate; possono presentare corti peli irsuti nel Xoloitzcuintle senza pelo, ed essere ricoperti di pelo nella varietà con pelo. Le unghie sono nere in soggetti scuri, più chiare in quelli color bronzo e biondi. Le unghie vanno tagliate. I cuscinetti sono duri e resistenti su qualsiasi tipo di terreno. Le membrane interdigitali sono ben sviluppate. Gli speroni devono essere tolti su tutti e quattro gli arti, tranne nei soggetti che vivono in Paesi dove la legge non lo permette. ARTI POSTERIORI Aspetto generale: I posteriori devono essere forti e ben muscolosi. Visti dal dietro, sono assolutamente diritti e paralleli e mai stretti. . Le articolazioni coxofemorale, femoro-tibiale, e tibio-tarsica sono adeguatamente ampie per permettere un libero, forte movimento degli arti. Ginocchio: moderatamente angolato Garretto: i garretti vaccini devono essere fortemente penalizzati Piedi posteriori: come gli anteriori. ANDATURA conformemente alle sue angolazioni, il cane ha un passo lungo, elegante, elastico; il trotto è svelto e fluente, con la testa e la coda portate alte. PELLE Varietà senza pelo : data la completa mancanza di pelo, la pelle di questa razza assume una grande importanza. È liscia, molto delicata al tatto e sembra più calda, risultato questo di una emanazione di calore diretta, non avendo pelo; tuttavia la temperatura del corpo è la stessa che negli altri cani che l’hanno. A differenza delle razze che hanno pelo, nelle quali il calore si disperde attraverso una ventilazione naturale, la pelle richiede più cure, perché manca di naturale protezione contro i rischi delle esposizioni al sole e le avversità delle condizioni meteorologiche. Le accidentali cicatrici non sono penalizzate. Il cane traspira ai piedi (attraverso i cuscinetti e membrane interdigitali) ed è per questo che, tranne che nelle calure estreme, difficilmente ansima. Deve essere esente da evidenti problemi cutanei. Varietà con pelo: la pelle nella varietà con pelo è morbida e deve essere completamente coperta di pelo MANTELLO PELO Varietà senza pelo: la particolarità più importante in questa razza è la completa mancanza di pelo sul corpo (Cane pelato o Nudo). Tuttavia presenta qualche pelo irsuto, corto e spesso, di qualsiasi colore, sulla fronte e la nuca. Questi peli non devono mai essere più lunghi di 2,5 cm e mai devono formare un ciuffo lungo e morbido. Si trova spesso un po’ di pelo ruvido sui piedi e all’estremità della coda, ma la sua assenza in questi punti, non va penalizzata. Varietà con pelo :questa varietà di Xoloitzcuintle presenta pelo su tutto il corpo. Ci si può aspettare che sia scarso sul ventre e nella parte interna degli arti posteriori. Il pelo può essere di qualsiasi lunghezza o tessitura, e ricopre l’intero corpo. COLORE Varietà senza pelo: sono preferiti i monocolori uniformi e scuri. La tonalità comprende il nero, grigio nerastro, grigio ardesia, grigio scuro, rossiccio, fegato, bronzo o biondo. Ci possono essere pezzature di qualsiasi colore, anche macchie bianche, o tricolori. Varietà con pelo: può avere qualsiasi colore o combinazione di colori in tonalità diverse. TAGLIA Ci sono tre taglie sia per i maschi che per le femmine: Varietà Standard: da 46 a 60 cm - tolleranza di + 2 cm in cani di qualità superiore Varietà Media da 36 a 45 cm - Varietà Miniatura da 25 a 35 cm DIFETTI Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto e la severità con cui va penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità e agli effetti sulla salute e il benessere del cane. • Testa molto ampia • Pelle rilasciata, non aderente, o con pieghe in cani adulti • Pelle del collo non aderente, rilasciata o con pieghe in cani adulti • Eccesso di giogaia • Occhi di colore chiaro, rotondi e sporgenti • Dorso insellato (lordosi) o arcuato ( cifosi) • Groppa scoscesa 6 • Garretti eccessivamente vaccini • Coda strettamente arrotolata sul dorso • Coda corta • Piedi piatti DIFETTI GRAVI • Corpo lungo e stretto con gambe corte DIFETTI ELIMINATORI • Aggressività o eccessiva timidezza • Qualsiasi cane che presenti, in modo evidente, anomalie d’ordine fisico o comportamentale, sarà squalificato. • Cani atipici • Enognatismo o prognatismo sia nella varietà senza pelo che con pelo • Cane con chiusura non corretta, che denota una non corretta posizione delle mascelle • Lingua sporgente • Occhi blu o tracce di blu negli occhi • Orecchi tagliati o pendenti nella varietà senza pelo • Coda tagliata • Pelo su qualsiasi parte del corpo, nella varietà senza pelo, tranne la testa, gli orecchi, il collo, i piedi e la coda • Nella varietà con pelo, costituisce difetto da squalifica pelo che non sia corto o liscio • Albinismo, cecità o sordità • Soggetti che superano i 62 cm o che sono al di sotto dei 25 cm. N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto