CENNI STORICI

Lo Xoloitzcuintle o Xoloitzcuintli è una razza molto antica, le prime tracce risalgono a 3,500 anni fa in nord e centro America. Statue di ceramica raffiguranti Xolo sono state rinvenute nelle tombe di Colima in Messico. Ora andiamo ad approfondire la storia di questa razza; lo Xoloitzcuintle era il cane prediletto della civiltà Azteca, infatti Xolotl era il dio dei lampi e colui che aiutava i morti nel loro viaggio verso Mictlan, il mondo sotterraneo; Invece “itzcuintli” era il termine Azteco per dire cane. Lo Xolo per gli Aztechi era il paggio dei morti, fedele compagno di vita del padrone che veniva sacrificato alla morte di quest’ultimo per accompagnarlo nel viaggio verso il mondo sotterraneo. Sfortunata era la sorte di questi Xolo che venivano sacrificati per rituali pagani o seppelliti vivi nella tomba del padrone. Gli Xolo erano fieri compagni di vita, utilizzati dagli Aztechi come catalizzatori per le malattie; infatti la leggenda vuole che dopo 4 giorni che il malato dormiva con lo Xolo la malattia e i dolori venivano trasferiti al cane; in realtà lo Xolo ha una temperatura corporea molto più elevata rispetto agli altri cani e a noi esseri umani e grazie a questo aiutava a curare reumatismi, cervicale coliche e artriti. Gli Xolo sono entrati anche nel cuore di famosi pittori Messicani tra cui Frida Kahlo e Diego Rivera che hanno dedicato varie tele a questa razza meravigliosa.


CARATTERISTICHE

Iniziamo dicendo che lo Xolo esiste sia nella tipologia “hairless” (senza pelo) sia nella tipologia “coated” (con il pelo), il gene responsabile dell’assenza di pelo è dominante ma tuttavia alcuni cuccioli nascono con il pelo. L’accoppiamento tra due cani senza pelo stimola la comparsa di un gene letale che colpisce il 25% dei cuccioli omozigoti, infatti vengono riassorbiti nel ventre materno e il risultato sarà solamente una cucciolata meno numerosa. Considerando la rarità della razza è permesso l’accoppiamento tra Xolo con pelo e Xolo nudo.

Esistono 3 taglie: varietà standard (da 46 a 60 cm al garrese), varietà media (da 36 a 45cm al garrese), varietà miniatura (da 25 a 35cm al garrese).

Dal punto di vista morfologico lo Xoloitzcuintle è un cane dalle proporzioni armoniose e un ottima muscolatura. Il cranio è a forma di cuneo con orecchi lunghi ed eleganti ricordano quelli di un pipistrello (nella varietà con pelo possono avere orecchi cadenti). Il collo è snello, muscoloso e molto elegante, il corpo è ben costruito con una dorsale solida e una groppa inclinata di circa 40°. Gli arti sono lunghi senza un eccessiva angolazione che permette un movimento fluido ed elegante. La dentatura nella varietà senza pelo può avere delle mancanze di incisivi, canini, premolari o molari ma con chiusura a forbice o tenaglia;ma nella varietà con il pelo la dentatura deve essere completa e con chiusura a forbice o tenaglia. geneticamente l’assenza di pelo è strettamente collegata all’assenza di denti.  La pelle è molto liscia e gradevole al tatto, sono preferiti monocolori solidi ma possono esserci pezzature di qualsiasi colore; nella varietà con il pelo può esserci qualsiasi colore o combinazione di colori.


CARATTERE

Lo Xoloitzcuintle essendo una razza molto antica che è arrivata sino ai giorni nostri grazie alla salvaguardia di amanti della razza ha un carattere abbastanza schivo verso gli estranei, come dargli torto visto che per centinaia di anni sono stati usati come sacrifici per le divinità; lo Xolo nella taglia standard veniva anche usato come cane da guardia. ha un legame molto profondo con il padrone e non esiterebbe a difenderlo in situazioni di pericolo, con i familiari è molto dolce ed educato, ma a volte non posso negare che non sia testardo e caparbio. Grazie anche ai vari utilizzi di questa razza posso affermarvi che è un cane molto territoriale che non gradisce molto la presenza di estranei in casa o giardino, a meno che non ci sia presente il padrone per rassicurarlo che va tutto bene, altrimenti non esiterebbe a scacciare l’intruso. Lo Xolo convive amichevolmente con altri cani della stessa razza, ma naturalmente possono nascere delle piccole dispute su chi è il soggetto predominante. Lo Xolo è adatto per tutta la famiglia, basta insegnargli il giusto comportamento.


CURA E MANUTENZIONE

Lo Xolo è un cane che ama stare all’aperto, soprattutto nelle giornate soleggiate dove passa ore a prendere il sole, infatti lo Xolo si abbronza proprio come noi e come noi ha bisogno di una protezione solare (in crema). Per quanto riguarda la manutenzione giornaliera lo Xolo, soprattutto la taglia standard ha bisogno di fare movimento come ad esempio una lunga passeggiata o una bella corsa in giardino. Invece, per quanto riguarda la cura settimanale io consiglio un bagno con prodotti a PH neutro accompagnati da un massaggio con una spugna abrasiva per rimuovere la pelle morta e spalmare su tutto il corpo la crema idratante protettiva e nei mesi estivi una crema idratante e protettiva contro i raggi solari. Per lo Xolo con il pelo invece il bagno può essere fatto mensilmente (non è vero che i cani si devono lavare 1 o massimo 2 volte l’anno!) con shampoo per cani.